The iconography of childhood – Tim Walker

L’iconografia dell’infanzia- Tim Walker Classe ’70, l’inglese Tim Walker è uno dei più originali fotografi di moda contemporanei. Si appassiona alla fotografia durante un anno trascorso a lavorare nell’archivio Cecil Beaton della Condé Nast Library. Dopo essersi laureato in Fotografia all’Exeter College of Art si trasferisce da Londra a New York per diventare assistente di... Continue Reading →

Sarah Moon: la seduzione fotografata

Artista francese di spicco nel panorama internazionale contemporaneo, Sarah Moon comincia la sua attività negli anni’70, dopo aver rinunciato alla carriera di modella. E’ proprio nell’ambiente della moda che inizia a scattare fotografie alle sue colleghe per poi definirsi come fotografa. Le sue immagini sono pervase dall’inaspettato, da un senso di mistero e di imprevisto. Spesso fuori... Continue Reading →

The “legacy” of Vivian Maier

  La storia di Vivian Maier si colora con un nuovo colpo di scena. Sembra siano stati trovati ben 10 cugini sparsi per l’Europa fra Francia, Slovacchia, Austria e Ungheria, che potrebbero far valere il loro diritto sull’eredità della fotografa. Domani, 17 luglio 2018, la Cook County Probate Court dell’Illinois stabilirà se questo diritto esista... Continue Reading →

Emile Zola, il fotografo.

Nato a Parigi nel 1840 da famiglia di origine veneziana, Emile Zola è noto per essere l'indiscusso padre del Naturalismo. Intenzionato sin da giovane ad intraprendere la carriera giornalistica e letteraria, studia con passione gli scrittori realisti Balzac e Flaubert, nonché le teorie positivistiche di Darwin. Da questo fertile terreno germoglia la sua concezione del... Continue Reading →

Nel cassetto dei sogni di Jamie Baldridge…

Improvvisamente una finestra si rompe. La deflagrazione ci perviene in modo ovattato eppure siamo colpiti dal suono cristallino delle mille schegge di vetro che sbattono l'una sull'altra veicolate dall'onda d'urto. Questo a volte è sufficiente per farci tornare alla realtà, sono momenti simili quelli in cui di solito si passa dalla sospensione della dimensione onirica... Continue Reading →

Julia Margaret Cameron: Il viaggio controcorrente nel mondo della fotografia di una donna dell’età vittoriana.

  In un celebre saggio tratto dalle sue conferenze sulla storia letteraria delle donne, Virginia Woolf si domanda come sarebbe andata se Shakespeare avesse avuto una sorella e ne crea una fittizia: Judith, che pur possedendo le stesse potenzialità del grande bardo si sarebbe vista negare, dato il sesso femminile,  tutte quelle opportunità di sviluppare... Continue Reading →

Lisette Model: the unknown daily life

" I have often been asked what I wanted to prove with my photographs. The answer is, I don’t want to prove anything. They prove to me, and I am the one who gets the lesson." Lisette Model     The unknown scares. It is something unexpected and unwanted that makes you uncomfortable and makes... Continue Reading →

Alexey Titarenko: the suspension of time.

In the foggy streets of St. Petersburg, Titarenko wanders around to capture the residual atmospheres of the night’s time. The early morning snow still virgin, the light that opens the eyes on the facades of old and dusty buildings, a figure made more of condensation than of flesh and veins, this is the face described... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑